Per una logica della citazione, per un’estetica della nostalgia. Il caso Stranger Things

Lorenzo Cascelli

Abstract


Attraverso l’analisi di una serie di fotogrammi tratti da Stranger Things, il contributo vuole mostrare come il complessivo e palese apparato di citazioni cinematografiche della serie s’inserisca all’interno di quella logica postmoderna per la quale ogni testo è un insieme di contaminazioni provenienti dal passato. A questo processo copiativo presente nella serie corrisponde, soprattutto negli spettatori appassionati, la diffusione di un effetto nostalgico inerente agli anni ‘80 e al suo cosiddetto cinema dell’evasione. L’obiettivo finale consiste dunque nel definire Stranger Things come un’operazione commerciale dal sapore vintage e autoreferenziale.

Keywords


tv series; Stranger Things; 80s

Full Text:

PDF (Italiano)


DOI: 10.6092/issn.2280-9481/7398

Refbacks

  • There are currently no refbacks.


Copyright (c) 2017 Lorenzo Cascelli

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.